domenica 4 novembre 2007

Piango per la mia Africa

Gente nobile sui cavalli a caccia di animali per divertimento,
Gente per bene nella tribuna d’onore della Corrida,
Si diverte alla tortura ed uccisione dei poveri torri,
La stessa gente in Africa ci insegna a proteggere gli animali.

Paesi molto sensibili alle conseguenze delle guerre civili,
Ci soccorrono con i medici, infermieri e i medicinali,
Lanciano fagioli, biscottini e qualche indumento dall’aereo,
Sono gli stessi paesi che ci vendono gli armi per combattere.

Penso a Darfur e prego tanto ogni giorno al buon Dio,
Di portarmi alla terra del diamante, dell’oro e del petrolio,
Farei di tutto per arrivarci pur per aiutare la mia gente,
E il Signore mi disse che la terra che cerco si chiama Africa.

Alcuni paesi ci dicono che siamo troppo corrotti,
Ma i soldi rubati dai corrotti stanno ancora nelle loro banche.
Alcuni fingono di piangere con noi per la nostra povertà,
Ma poi rafforzano le leggi per escluderci dal mercato mondiale.

Cerco di arrabbiarmi ma non so con chi,
I loro leader dicono che ormai siamo maturi,
I nostri leader dicono che non capiscono i miei problemi,
Non so cosa e come fare, ma per ora, piango per la mia Africa!

Blessing Sunday Osuchukwu

1 commento:

Kleine ha detto...

Da questa TUA poesia,concludo che non solo TE,ma anche la gente della TUA cara AFRICA siete sensibili,non solo per gli esseri umani ma anche per gli animali.
Mi e VI auguro,che sia vicino il giorno,per sentirvi acasa nella VOSTRA ricca terra ,ma di che non siete ancora padroni.
Avete da combattere evorrei vedere se i poteri del mondo e l'assemblea O.N.U.sarrano in grado di starvi accanto. Firma KLEINE