mercoledì 12 novembre 2008

Dalla Nigeria, una notizia orribile....

Nigeria, scoperta "fabbrica bambini"

Donne rinchiuse e costrette a partorire

Una vera e propria "fabbrica bambini" è stata scoperta in Nigeria. In un edificio di Enugu, nell'est del Paese, giovani donne erano state rinchiuse per dare alla luce i propri figli. Le ragazze venivano attirate nello stabile da un medico che prometteva loro un aborto. Invece le rinchiudeva e le violentava fino al giorno del parto. I bimbi poi venivano sottratti alle madri per 135 euro e messi in vendita a 2mila euro.
Gli agenti hanno liberato 20 donne. Per le organizzazioni locali che si battono contro il traffico di essere umani, la pratica non è rara in Nigeria, il Paese che conta il più alto numero di abitanti del continente africano, pari a 140 milioni. Secondo la polizia, il medico "invitava" anche nell'edificio giovani uomini "per ingravidare le ragazze". In alcuni casi, i bambini venivano dati alla luce per avere più manodopera o farli prostituire. Stando alla ricostruzione fornita dalle organizzazioni di quella che è stata definita la più vasta operazione di polizia contro una rete di trafficanti di bambini, il medico responsabile della clinica di Enugu attirava giovani donne che portavano avanti gravidanze non desiderate, proponendo loro di aiutarle ad abortire. Le adolescenti venivano invece rinchiuse fino al giorno del parto, quindi costrette a separarsi dal proprio bambino in cambio di circa 20.000 naira (135 euro). I bambini veniva poi venduti, generalmente a nigeriani, per una cifra che oscilla tra i 300.000 e i 450.000 naira (2.000-3.000 euro). "Appena entrata, mi hanno fatto un'iniezione e sono svenuta - ha raccontato alla France Presse una delle 20 donne liberate - quando ho ripreso conoscenza, mi sono resa conto che ero stata violentata". La ragazza, 18 anni, è stata quindi rinchiusa con altre 19 donne. Il medico l'ha violentata di nuovo il giorno dopo, una settimana prima dell'intervento della polizia. Non esistono dati precisi sulle "fabbriche dei bambini", come sono state ribattezzate dalla stampa nazionale, e sul numero di neonati destinati ogni anno alla vendita, ma secondo gli attivisti si tratta di un'attività molto diffusa, gestita da organizzazioni molto strutturate. "Pensiamo siano più grandi di quanto sappiamo", dice Ijeoma Okoronkwo, direttore regionale dell'Agenzia nazionale per il bando del traffico di esseri umani.Le strutture simili alla clinica di Enugu scoperte finora nel Paese sono almeno una decina. "Tutto questo esiste da tempo, ma noi ne siamo al corrente solo dal dicembre 2006, quando una ong ha lanciato l'allarme e ci ha segnalato che i bambini venivano venduti e che vi erano coinvolti gli ospedali", ha aggiunto. In alcuni casi, giovani donne molto povere ricorrono di propria volontà a questa pratica per avere denaro. Nella clinica di Enugu, "abbiamo trovato quattro donne che erano lì da tre anni, per fare figli", ha detto il responsabile locale per la sicurezza, Desmond Agu. Nella società nigeriana la sterilità di una donna sposata è un fardello. "Nella società Igbo (etnia del sud-est), il prezzo da pagare quando non si hanno bambini è alto", evidenzia Peter Egbigbo, psicologo clinico, ma la gente "è pronta a pagare non importa quale somma per un bambino", di cui poi nascondono a tutti l'origine. "Molta gente non sa neppure che quel che fa è contro la legge - sottolinea Okoronkwo, dell'agenzia nazionale - credono si tratti di un'adozione". Secondo l'Unicef, sono almeno dieci i bambini che vengono venduti ogni giorno in Nigeria.

(Tg com)

16 commenti:

salvo ha detto...

Blessing, sono senza parole, hai descritto una realtà tremenda, come mai i massmedia non ne parlano? Questi fatti vanno fatti conoscere a tutto il mondo, e necessario che le organizazioni umanitaria che pure esistono in Africa, facciano una campagna di informazione capillare in modo che queste ragazze siano informate.
Ciao buona giornata
Salvo

Luana ha detto...

...
senza parole....che schifo di mondo!
Un abbraccio.

stella ha detto...

Senza parole pure io...

A questo punto un dubbio mi sorge spontaneo: quante altre atrocità ignoriamo??!!

Buba ha detto...

tremenda realtà, non riesco neppure a immaginare un'atrocità di questo genere

Rosa ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
lucagel1 ha detto...

E' uno schifo,gente senza scrupoli,povertà,violenza ,soprusi altro che bestie...loro sono signori al confronto...bnotte amico a presto...

MAKEBA ha detto...

Ciao blessing....innanzitutto voglio congratularmi per questo bellissimo post. Una denuncia che merita di essere divulgata con tenacia da chiunque possegga questE informazioni. Bravo!!! continua così! Voglio mandarti il link del mio blog su myspace. se hai voglia e tempo e se ti va puoi visitarlo...ti aspetto lì Nel frattempo contribuisco a divulgare questo OBROBRIO postando nel mio blog l'articolo.
Grazie per quello che fai...
Makeba.


P.s. naturalmente avrai capito dal nick che porto quanto dolore per la scomparsa di un pezzo di Africa...
Un abbraccio...



http://profile.myspace.com/index.cfm?fuseaction=user.viewprofile&friendid=426706027

Blessing Sunday Osuchukwu ha detto...

@ Makeba
Grazie mille di essere passata da me. Ho visitato il tuo blog e lo trovo bellissimo, ricco di valori che condivido pienamente, ho cercato di commentare alcuni post ma mi sembra che ci sia un obbligo di essere un iscritto su "My space" per poter farlo. Cercherò di farlo un'altra volta......guardi l'ora:)))
Cmq, sono grato e contento che ci siano ancora delle persone in giro che lottano con le loro forze, come te, per un mondo migliore.

Un abbraccio, Blessing

Shara ha detto...

Che cosa orribile.... non ci sono parole per commentare....

calendula / trattalia ha detto...

di tratta di bambini ( e di organi) si parla anzi si sussurra da moltimolti anni, ma non da tg o organi di informazione, ma dalla gente comune e nei libri se ne parla ma a livello di leggenda metropolitana, come se la cosa non fosse vera, ma io mi chiedo, come e che le persone ricche e famose riescono ad adottare bambini ( chissà come mai sempre africani o cinesi) e riescono ad operasri in cliniche private molto velocemente e in maniera sicura?, come mai per le persone comuni l'attesa di un organo e di anni e per i " vip" tutto si risolve in poco tempo??

lasettimaonda ha detto...

Mi viene il vomito....non riesco nemmeno ad immaginare tanta violenza fisica e morale ......

Daniele Verzetti, il Rockpoeta ha detto...

Letta da Schiavi o Liberi questa notizia. Sono rimasto paralizzato dallo schock.

Non ci sono parole per quel medico e per quegli "uomini" che si prestavano a violentare quelle donne.

Si ci sarebbero, ma non sono ripetibili qui...

isola ha detto...

Ho davvero paura.Tremo e spero di svegliarmi presto dal più brutto degli incubi. Si, era un incubo..terribilmente vero! Giustizia è intervenuta finalmente, ogni cosa torna al suo posto e un sorriso traspare da quegli occhi. Decido di crederci, per quegli occhi. Felice sera Bless

lucagel1 ha detto...

Buon week end amico mio,io lo passerò a far le notti e spurgarmi con i boys nel bosco....Au revoir

stella ha detto...

Buona giornata, Blessi.

Radiconcini ha detto...

Qualcosa di raccapricciante, non ci si vorrebbe credere, eppure è successo... Mi mancano le parole sinceramente