martedì 9 settembre 2008

La Preghiera (di un bambino africano)


La preghiera

Oh Dio onnipotente, che sia santificato il tuo nome,
Sono infinitamente grato per la vita che mi hai dato,
Sono molto onorato di essere tuo figlio,
E con te come padre non ho paura di nessuno e di niente.

Non ho paura di chi vuole la mia morte per nessuna ragione,
Non ho paura dei cibi che, ormai, sono diventati invisibili per me,
Non ho paura dell’acqua che non mi vuole più vedere,
E non ho paura di tutte le malattie che litigano ogni giorno per colpirmi.

Ma ho paura per la mia gente che ogni giorno continua a perdere tantissime vite giovani,
Ho paura per tantissimi bambini che mangiano solo “la speranza” ad ogni pasto,
Ho paura perché loro non conoscono più nessuna altra stagione che quella della ‘siccità’,
Ho paura perché ognuno di loro è costretto ad ospitare una decina di malattie nel suo corpo.

Ma poi non ho più paura quando penso alla vita eterna che ci sarà dopo la morte.
Mi svanisce la paura quando penso a tutti i malati che hai guarito miracolosamente,
Non ho più timore quando penso a come hai liberato il popolo di Israele,
E come posso avere paura quando Lazzaro è stato addirittura risvegliato dalla morte.

Oh Dio buonissimo,
L’unica cosa che ti chiedo è quella di mandarci un piccolo segnale anche per smentire tutte quelle persone che credono che ci hai abbandonato, Amen.

Blessing Sunday Osuchukwu (Le lacrime degli angeli)

7 commenti:

Aliza ha detto...

Caro Blessing, naturalmente questa preghiera ha mosso tutti i miei sentimenti, compreso il senso di colpa di essere nata da questa parte. Per la mia esperienza della fede voglio dirti che non sappiamo quando Dio vorrà fare giustizia. Certo è che Dio ha dato tutto in mano agli uomini perchè gestiscano i beni della terra in modo giusto, è l'uomo che in modo ingiusto decide dei destini di intere nazioni. I miracoli Dio li compie attraverso le persone, toccando loro il cuore. Ma non ti pare che le cose lentamente si stiano rovesciando?? L'Europa è abitata da vecchi che lasceranno il loro posto ai nuovi Europei e chi saranno i nuovi Europei...?? Ciao A.

Blessing Sunday Osuchukwu ha detto...

Hai ragione Aliza, la mia Africa è stata benedetta da Dio con diamante, petrolio, oro, natura, ecc..... purtroppo sono gli uomini per male che la stanno distruggendo. La preghiera è comunque di chiedere Dio ti toccare i cuori di questi uomini affinché possano cambiare. E non smetterò mai di ringraziare tutti coloro (gli Europei compresi)che in qualche modo contribuiscono a rendere la situazione non peggiore di quello che conosciamo.
Stammi bene!

Blogger ha detto...

A parte la simpatia che nutro per l'Africa, l'associazione ex allievi Don Gnocchi, di cui sono iscritta poichè ex allieva poliomielitica, è molto presente in Africa con adozioni a distanza, attività sul territorio ai fini della riabilitazione e fornitura ausili ortopedici a favore di bambini e giovani mutilati a causa dei vari conflitti locali.
Nel giro di poche settimane ti informerò in maniera più precisa su queste iniziative.
Ti aggiungo tra i miei amici blog.
Anna

lucagel1 ha detto...

Ciao Blessing ho letto il tuo post da Buba,sono venuto a trovarti ed è stata una piacevole sorpresa...bella la prehiera e grazie per quello che hai scritto sui tanti europei che non fanno peggiorare la situazione...ma a volte mi chiedo cosa diavolo stia facendo Dio...perchè sò cosa hanno fatto e stanno facendo un manipolo di persone ultrapotenti sulla Tua Terra,meravigliosa...
Ti dedico una cosa che ho scritto la trovi nel mio blog nell'archivio di Aprile:"Com'è assolato oggi".Ciao

Blessing Sunday Osuchukwu ha detto...

Grazie mille a tutti voi! Avere il dono della solidarietà è davvero meravigliosa. Ho sempre creduto nella mia vita che in qualsiasi condizione che uno può trovarsi, c'è sempre chi sta peggio e solo avere la voglia di fare qual cosa è già tutto, per me. Quando ho chiamato alcuni amici italiani per proporre la formazione di un'associazione di volontariato rivolto maggiormente ai bambini, nessuno di noi sapeva che oggi avremmo avuto dieci bambini che adottiamo a distanza da quattro continenti. Il mio ultimo libro, "Il ritorno del volontario", è per rendere omaggio a tutti quelli che aiutano gli altri, magari degli altri popoli che non conoscono, magari vanno addirittura lì quando ci sono dei conflitti, alcuni ci rimettono le loro vite........
Non posso che ringraziarli per conto di quei bambini che lo vorebbero fare ma magari li mancherebbero anche quella, la voce! Grazie!

Buba ha detto...

mi fa piacere che luca ti abbia trovato grazie al commento che hai lasciato da me.... il tuo post fa riflettere, noi abbiamo tutto a portata di mano e non ci rendiamo conto di come siamo fortunati.... complimenti ancora per gli argomenti che tratti....

Blessing Sunday Osuchukwu ha detto...

Grazie a te Buba, hai ragione in quello che dici.....noi non possiamo che cercare di alleggerire le situazioni, sperando di prevalere un giorno! E poi passare da te è sempre un piacere....un bel blog!